18 Luglio 2019
[]

News

Dal "Banco alimentare" all´ "Adozione" di una famiglia : storia di un progetto a favore dei più bisognosi

16-10-2013 18:59 - Iniziative e Progetti
Un progetto del Rotary Club Fucecchio-Santa Croce sull´Arno a favore dei meno abbienti della nostra comunità prese l´avvio già alcuni fa e fu denominato "Banco alimentare".
Grazie all´opera degli amici Ruffo Ciucci, Beppe Bertoncini e Dario Lanzoni, furono acquistati generi alimentari poi consegnati alle tre sedi della Caritas Diocesana presenti nel nostro territorio (Castelfranco, Santa Croce e Fucecchio) affinché fossero distribuiti a a singole persone o famiglie in difficoltà.
Due anni fa, era allora Presidente l´amico Paolo Giannoni, il progetto fu modificato e prese il nome di "Un aiuto per gli altri". Anziché acquistare direttamente generi alimentari, il Club, negli ultimi due anni, ha emesso buoni acquisto del valore di 10 euro l´uno da spendere presso una catena di supermercati locali. Questo ha comportato il vantaggio che in tal modo potessero essere acquistati, da parte dei fruitori, anche e soprattutto prodotti alimentari freschi come carne, latte, verdura, frutta. Anche in questo progetto, preziosa è stata la collaborazione con la Caritas che ha provveduto alla distribuzione dei buoni. Oltre ai buoni spesa il budget del progetto è stato utilizzato, in misura minore, per l´acquisto di pannolini per bambini, presidio piuttosto importante per le famiglie con piccoli. Inoltre grazie ai buoni, è aumentata la visibilità del progetto, visto che il nome Rotary Club Fucecchio-Santa Croce sull´Arno è stato stampato sui circa 250 buoni emessi in ognuno degli ultimi due anni.

Con il corrente anno rotariano 2013-14 e grazie al particolare interessamento del Presidente Alessandro Marzi e di tutto il CD che hanno concesso un cospicuo aumento della cifra destinata all´iniziativa (cifra che la Commissione si augura sia approvata dall´assemblea dei soci), e ad una donazione spontanea di un socio del nostro club, il progetto si arricchisce di un nuovo aspetto.

Infatti, oltre all´emissione dei buoni, che rimarrà invariata, ci sarà anche l"Adozione" di una famiglia o di un membro di una famiglia bisognosa. Sempre con la collaborazione della Caritas, che insieme alla Commissione del Club deciderà quale sarà la famiglia da "adottare", il Club si farà carico delle necessità di quella famiglia o di quel membro della famiglia.
Si tratterà di acquistare libri scolastici, oppure di provvedere al pagamento di bollette, oppure ancora di favorire l´istruzione o la formazione di un giovane della famiglia stessa.
Andrea Orsini


Fonte: Redazione

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]